Esami di laboratorio

Esame/Analisi: LITIO eritrocitario
Sigla e sinonimi: Li

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

Farmaco utilizzato nel trattamento delle psicosi maniaco-depressive. Viene somministrato per via orale in forma di carbonato, assorbito dal tratto gastroenterico ed eliminato per via renale.

Il picco ematico si ha dopo 2-4 ore dall'assunzione, mentre l'emivita è di 48-72 ore. L'azione sedativa a livello del Sistema nervoso centrale è dovuta alla ricaptazione dei neurotrasmettitori eccitatori.Il monitoraggio serve a valutare la tolleranza al farmaco e ad evitare possibili intossicazioni.

Apatia, inerzia, sonnolenza, letargia, eloquio inceppato, comparsa di tremori, convulsioni miocloniche, debolezza muscolare e atassia possono essere alcuni dei sintomi premonitori di intossicazione.

La concentrazione di Litio nei globuli rossi è correlata a quella tessutale e fornisce indicazioni sull'aderenza o meno alla terapia da parte del paziente

Prelievo

Tipo di campione: sangue

Preparazione

Come prepararsi: istruzioni pre esame

Referto

Tempi di consegna: 3 giorni
Valori normali donna:

0.2 - 0.8

Valori normali uomo:

0.2 - 0.8

Unità di misura:

mmol/L

INFORMAZIONI PER OPERATORI

Denominazione (sistema/analisi): Er--/LITIO eritrocitario
Codice interno esame: 312
Codice cupnet: ERLITI
Tipo di provette in uso: provetta tappo lilla
Quantità minima di campione:

3 mL sangue, EDTAK2

Metodo: Fotometria di fiamma in emissione
Modalità di prelievo: Da richiedere insieme al P-Litio e all'ematocrito
Laboratorio: Analisi chimico cliniche e microbiologia
Settore: Tossicologia