Esami di laboratorio

Esame/Analisi: alfa-AMILASI PANCREATICA
Sigla e sinonimi: Amilasi

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

L'amilasi è un enzima che idrolizza l'amido a zucchero.
È prodotto e secreto dalle ghiandole salivari (isoenzima salivare) e dal pancreas (isoenzima pancreatico); quantità molto inferiori dell'enzima sono presenti anche nelle ovaie, nella placenta, nel fegato, nell'intestino, nei muscoli scheletrici.
L'amilasi salivare inizia la digestione degli amidi (idrolisi dei legami alfa-1,4) fino a rilasciare maltosio, maltotriosio e destrani: l'amilasi pancreatica rilascia nell'intestino zuccheri semplici per l'assorbimento.
Quando c'è un'infiammazione delle ghiandole salivari o del pancreas, o un'ostruzione dei loro dotti secretori, l'amilasi rigurgita nel sangue e viene successivamente eliminata nelle urine.
L'aumento di attività dell'amilasi nel sangue è seguito, con un ritardo di 6-10 ore, dall'aumento dell'amilasi nelle urine.
Il test viene eseguito per:
- diagnosticare una pancreatite acuta o la riacutizzazione di una pancreatite cronica
- differenziare la pancreatite da altre cause di dolore addominale
- valutare un possibile danno pancreatico in seguito a traumi addominali.
Il test non distingue tra amilasi pancreatica e salivare: attività aumentate dell'enzima sono presenti anche in caso di infiammazione delle ghiandole salivari (parotite).
L'attribuzione al pancreas dell'aumento dell'amilasi è possibile:
- associando ad essa il test per la lipasi
- determinando l'attività specifica dell'isoenzima pancreatico.

Prelievo

Tipo di campione: sangue

Preparazione

Come prepararsi: Istruzioni pre-esame

Referto

Tempi di consegna: 1 giorno
Valori normali donna:

8 - 53

Valori normali uomo:

8 - 53

Unità di misura:

U/L

INFORMAZIONI PER OPERATORI

Denominazione (sistema/analisi): S--/alfa-AMILASI PANCREATICA
Codice interno esame: 100
Codice cupnet: ISOAM
Tipo di provette in uso: provetta tappo arancio
Quantità minima di campione:

5 mL sangue, gel polimerico con silice micronizzata

Metodo: inibizione degli isoenzimi salivari con anticorpi monoclonali.
Laboratorio: Laboratorio Analisi Chimico Cliniche Patologia Clinica
Settore: Corelab