Esami di laboratorio

Esame/Analisi: TRIGLICERIDI
Sigla e sinonimi:

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

I trigliceridi (TG) sono il prodotto della esterificazione del glicerolo con acidi grassi. Dopo essere stati ingeriti con gli alimenti vengono idrolizzati nell'intestino ad opera delle lipasi pancreatiche e duodenali in emulsione con gli acidi biliari, assorbiti come glicerolo e acidi grassi quindi di nuovo risintetizzati a TG e veicolati come chilomicroni con la linfa intestinale a cui conferisce il tipico aspetto chiloso. Attraverso il circolo venoso raggiungono il fegato e il tessuto adiposo dove rappresentano il 95% dei depositi di riserva.
I TG aumentano dopo i pasti, con lo stress, il fumo e il consumo di alcool.
Condizioni patologiche che possono essere associate a ipertrigliceridemia sono: iperlipidemia, diabete, insufficienza renale, ittero ostruttivo, pancreatite, sindrome metabolica e infarto del miocadio. Vengono utilizzati per il calcolo del LDL-Colesterol (vedi). Le donne hanno vaolri mediamente più alti degli uomini, soprattutto in gravidanza.

Prelievo

Tipo di campione: sangue

Preparazione

Come prepararsi: A dieta stabile da tre settimane. Digiuno da almeno 12 - 14 ore.

Referto

Tempi di consegna: 2 giorni
Valori normali donna:

< 180

Valori normali uomo:

< 180

Unità di misura:

mg/dL

INFORMAZIONI PER OPERATORI

Denominazione (sistema/analisi): S--/TRIGLICERIDI
Codice interno esame: 17
Tipo di provette in uso: provetta tappo arancio
Quantità minima di campione:

5 mL sangue, gel polimerico con silice micronizzata

Metodo: Enzimatico colorimetrico
Laboratorio: Analisi chimico cliniche e microbiologia
Settore: Corelab