Inviti ad eventi sponsorizzati

In ottemperanza alle Linee Guida in Materia di Sponsorizzazioni emanate dalla DG Welfare Regione Lombardia, si invitano i Provider/Segreterie Organizzative ad esprimere gli inviti diretti ai nostri professionisti agli eventi sponsorizzati in qualità di discente, esclusivamente attraverso questa piattaforma. Gli inviti non possono essere formulati dalle Ditte Sponsorizzatrici.

Effettua il login..>> Richiedi credenziali (Primo accesso)..>>

Per informazioni rivolgersi a:
Ufficio Formazione
formazione@ospedaleniguarda.it

Alcolici: quante calorie nascondono?

Quando si parla di alcol la parola d’ordine è “moderazione”. Ridurre il consumo di vino, birra, superalcolici è la strategia giusta per abbassare la probabilità di incorrere in problemi di salute gravi. Lasciare giù il bicchiere è una buona raccomandazione anche per la nostra linea. Ce lo spiega il Direttore dell’Epatologia e Gastroenterologia


Le calorie dell’alcol

In pochi sanno quante calorie si nascondo negli alcolici. Ad esempio se abbiamo appena bevuto un bicchiere di vino da 125 ml (12 gradi), dobbiamo considerare che abbiamo “buttato giù” circa 90 calorie, come aver mangiato 4 zollette di zucchero. Con una birra media (400 ml- 5 gradi) le calorie sono 180, quanto quelle contenute in 8 zollette di zucchero. In un bicchierino di superalcolico (40 ml, 30 gradi) sono concentrate 120 calorie: in pratica essersi concessi un digestivo equivale ad aver mangiato 6 zollette di zucchero. 


I rischi per la salute

Non solo la linea: l'abuso di alcol è la seconda causa di malattia collegata allo stile di vita (dopo il fumo) e la dipendenza dall'alcol è un fattore di rischio per molte patologie. Tra queste la malattia alcolica del fegato, le pancreatiti croniche legate all'alcol e diverse altre malattie dell'apparato digerente. Un consumo eccessivo di alcolici può inoltre correlarsi con diverse forme di tumore, il diabete, le malattie cardiovascolari, l'obesità, i disturbi dello spettro fetale legati al consumo di alcol in gravidanza e alcuni disordini neuropsichiatrici che possono essere causati dalle forme di dipendenza. 


Raccomandazioni per un consumo sicuro

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda una quantità giornaliera di alcol equivalente a non più di 2-3 Unità Alcoliche per l’uomo, non più di 1-2 Unità Alcoliche per la donna e non più di 1 Unità Alcolica per l’anziano. Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde a circa 12 grammi di alcol, che sono contenuti in un bicchiere piccolo (125 ml) di vino a media gradazione, in una lattina o bottiglia di birra (330 ml) o in una dose da bar (40 ml) di superalcolico.

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.