All’anagrafe il sì per diventare donatori di organi

A Milano è possibile esprimere la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti in occasione del rinnovo o del rilascio della carta d'identità. Infatti, tutti i cittadini maggiorenni possono dare l'assenso, o viceversa negarlo, alla donazione presso gli sportelli dell’anagrafe.

Si sa, che senza donazione non esiste trapianto. Per questo il Comune ha aderito al programma "Donare gli organi: una scelta in Comune" nell'ambito del protocollo d'intesa tra Regione Lombardia, Centro Nazionale Trapianti, Federsanità Anci, Anci Lombardia, Associazione Italiana per la donazione degli organi, tessuti e cellule, Aido e Nord Italian Transplant program.

L'ufficio anagrafe potrà dunque raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti. Ai cittadini verrà chiesto di sottoscrivere un modulo e verrà poi rilasciata loro copia della dichiarazione.
Una seconda copia sarà invece conservata dall'ufficio e inviata telematicamente al sistema informativo trapianti. La scelta potrà comunque essere modificata in ogni momento con una dichiarazione successiva.

Si tratta di una facoltà e non di un obbligo per il cittadino. Dal Comune di Milano fanno sapere che nel giro di pochi anni, tendenzialmente, tutti i cittadini rinnoveranno la carta d'identità. Si cercherà così di utilizzare questa occasione per arrivare ad un numero maggiore di persone. 

“La dichiarazione di volontà - commenta Elisabetta Masturzo, Responsabile del Prelievo del Niguarda - al momento del rilascio o del rinnovo del documento d'identità rappresenta una valida opportunità per incrementare in modo graduale il bacino dei possibili donatori. E’ importante per promuovere concretamente il diritto alla scelta in materia di donazione di organi e tessuti”


 

Niguarda Transplant Center...>>

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.