Inviti ad eventi sponsorizzati

In ottemperanza alle Linee Guida in Materia di Sponsorizzazioni emanate dalla DG Welfare Regione Lombardia, si invitano i Provider/Segreterie Organizzative ad esprimere gli inviti diretti ai nostri professionisti agli eventi sponsorizzati in qualità di discente, esclusivamente attraverso questa piattaforma. Gli inviti non possono essere formulati dalle Ditte Sponsorizzatrici.

Effettua il login..>> Richiedi credenziali (Primo accesso)..>>

Per informazioni rivolgersi a:
Ufficio Formazione
formazione@ospedaleniguarda.it

GLAUCOMA Il ladro silenzioso della vista

Il glaucoma è una malattia cronica del nervo ottico caratterizzata da un danno progressivo delle fibre nervose che lo compongono. Di solito il glaucoma colpisce entrambi gli occhi e non è accompagnato da sintomi quindi, se non viene diagnosticato e trattato in tempo, conduce silenziosamente, cioè senza che chi ne è affetto se ne accorga, alla perdita della vista. Con questa patologia convivono attualmente oltre 550.000 italiani.

 

…“sotto pressione”…

l glaucoma è accompagnato da un aumento della pressione interna dell’occhio che è la causa principale di danneggiamento del nervo ottico. La pressione serve a dare consistenza e forma all’occhio e, normalmente, varia da 8 a 21 mmHg (millimetri di mercurio); se sale, diviene troppo alta danneggiando le delicate fibre del nervo ottico.

 

fattori di rischio…

Il glaucoma è molto più diffuso tra gli anziani. Se si è over 60 si è sei volte più a rischio di ammalarsi. Se si ha il diabete o una pressione sanguigna elevata, il rischio sale. Così come aumenta se si deve fare uso di cortisone in qualsiasi forma (per bocca, per iniezione, per spray nasale, per collirio). Una ferita o un trauma all’occhio può determinare la comparsa di glaucoma anche molto tempo dopo l’incidente. Il glaucoma, inoltre, evidenzia una spiccata familiarità ed è molto più diffuso nella razza nera.

 

colliri, ma non solo

Negli ultimi anni si sono resi disponibili sul mercato diversi farmaci capaci di ridurre la pressione intraoculare (ipotonizzanti). A seconda del tipo, i colliri devono essere somministrati una o più volte al giorno, con regolarità e continuità. Lo scopo è quello di mantenere la pressione costante nell’arco delle 24 ore. In alcuni casi per ridurre la pressione interna dell’occhio si può ricorrere alla chirurgia laser o operatoria.

 

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.

VEDI ANCHE

PATOLOGIE
Glaucoma
STRUTTURE SANITARIE
Oculistica