Inviti ad eventi sponsorizzati

In ottemperanza alle Linee Guida in Materia di Sponsorizzazioni emanate dalla DG Welfare Regione Lombardia, si invitano i Provider/Segreterie Organizzative ad esprimere gli inviti diretti ai nostri professionisti agli eventi sponsorizzati in qualità di discente, esclusivamente attraverso questa piattaforma. Gli inviti non possono essere formulati dalle Ditte Sponsorizzatrici.

Effettua il login..>> Richiedi credenziali (Primo accesso)..>>

Per informazioni rivolgersi a:
Ufficio Formazione
formazione@ospedaleniguarda.it

SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA Mens sana in corpore sano

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale che colpisce i neuroni del movimento senza intaccare le funzioni intellettive del paziente.

La parola a Ignazio Renzo Causarano, resposabile della struttura di Cure Palliative e Hospice
 

Casistica

L’incidenza stimata è di 1,5-2 casi su 100.000 persone all’anno, un valore che sembra essere in aumento. La SLA più raramente esordisce prima dell’età di 20 anni, per lo più compare dopo i 40 anni; l’età media di insorgenza si colloca intorno ai 58 anni. La durata media della malattia è intorno ai 3-4 anni, il 10% dei pazienti sopravvive oltre 10 anni e in singoli casi la malattia può durare per diverse decadi.


Sintomi

La debolezza o rigidità muscolare rappresentano i primi sintomi principali della SLA (75% dei casi); altri manifestano invece un “esordio bulbare” (25% dei casi) con difficoltà nell’articolare la parola, sino ad arrivare alla perdita della comunicazione verbale.


Conseguenze

La malattia porta a perdita progressiva e irreversibile della normale capacità di deglutizione (disfagia), dell'articolazione della parola (disartria) e del controllo dei muscoli scheletrici, con una paralisi che può avere un'estensione variabile, fino alla compromissione dei muscoli respiratori, alla necessità di ventilazione assistita e quindi alla morte.

Sembra incredibile, ma ci sono persone che riescono a vivere ed eccellere nel proprio lavoro anche senza parola o capacità di movimento. Degli esempi? Stephen Hawking, forse il più grande fisico dei nostri giorni, e in casa nostra Luca Concioni, recentemente scomparso, docente e ricercatore universitario di Economia Ambientale e soprattutto figura attiva nel sociale e nella politica del nostro paese.


Ma esiste una cura?

I trattamenti attualmente disponibili per la SLA non sono ancora soddisfacenti. Il riluzolo è l’unico farmaco registrato in Europa per la cura della SLA. In due studi clinici si è dimostrato efficace nel rallentare l’evoluzione della malattia aumentando la sopravvivenza di 3/6 mesi e in uno studio retrospettivo si è dimostrato in grado di stabilizzare una malattia di grado intermedio più a lungo rispetto ai controlli.”

 

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.

VEDI ANCHE