Inviti ad eventi sponsorizzati

In ottemperanza alle Linee Guida in Materia di Sponsorizzazioni emanate dalla DG Welfare Regione Lombardia, si invitano i Provider/Segreterie Organizzative ad esprimere gli inviti diretti ai nostri professionisti agli eventi sponsorizzati in qualità di discente, esclusivamente attraverso questa piattaforma. Gli inviti non possono essere formulati dalle Ditte Sponsorizzatrici.

Effettua il login..>> Richiedi credenziali (Primo accesso)..>>

Per informazioni rivolgersi a:
Ufficio Formazione
formazione@ospedaleniguarda.it

SINDROME DI BEHCET

Le afte orali ricorrenti sono un campanello d’allarme per la malattia. Ma anche i dolori articolari e lesioni cutanee simili a forme di acne.
La Sindrome di Behcet,  un’infiammazione dei vasi sanguigni riconosciuta come malattia rara con i suoi 3,8 casi all’anno relativi al Nord Italia, si manifesta tra i 20 e i 35 anni d’età con sintomi attribuibili ad altre forme patologiche e perciò è difficile da diagnosticare.

 

Ne parla Davide Filippini, Reumatologia.

 

Non vi sono esami di laboratorio e strumentali specifici per la diagnosi della malattia che si basa perciò su criteri clinici.
I sintomi iniziali si aggravano e il quadro clinico si complica presto: disturbi oculari (con uveiti o iridocicliti) nel 50% dei pazienti, disturbi neurologici (con meningo-encefalo-mielite e l’angioite cerebrale) nel 5% dei casi, tromboflebiti ricorrenti superficiali e profonde, più spesso agli arti inferiori, nel 25% dei pazienti, manifestazioni gastrointestinali con dolori addominali nel 5% dei casi.

Cortisonici e immunosoppressori sono i principali farmaci adottati nella terapia, ma non sempre riescono a contenere i sintomi e ad arrestare l’avanzata della malattia: c’è un 30% dei pazienti che riporta deficit permanenti della funzione visiva e neurologica.

La diagnosi precoce risulta fondamentale per dare avvio tempestivamente a una terapia adeguata.
Inoltre la varietà di manifestazioni cliniche trova nel coinvolgimento multidisciplinare un suo punto di forza.
Trattandosi di patologia inserita nell’elenco delle malattie rare esenti, è possibile per il Medico che ne sospetti un caso, l’invio ai Presidi di riferimento della Rete Regionale per le Malattie Rare. Inoltre l’istituzione nel 2007 dell’Associazione Italiana Sindrome e Malattia di Behcet (SIMBA)sta contribuendo a diffondere le informazioni su questa patologia.

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.

VEDI ANCHE

PATOLOGIE
Sindrome di Behcet
STRUTTURE SANITARIE
Reumatologia