TETANO: basta un taglietto...

E’ un’infezione causata da una tossina del batterio Clostridium tetani. Entrando in circolo il veleno migra lungo le fibre nervose fino al midollo, causando contrazioni (ipertono) e spasmi della muscolatura che inizia da viso e collo per poi scendere verso torace e addome e infine agli arti.

Crisi asfittiche, alterazioni della pressione e del ritmo cardiaco possono portare al decesso per collasso cardiocircolatorio.

Una banale ferita può aprire la porta d’ingresso al batterio, soprattutto se contaminata da terriccio o sporcizia. Il Clostridium tetani, ospite abituale delle vie digerenti degli erbivori, viene eliminato con gli escrementi nel terreno, dove sopravvive in condizioni sfavorevoli per lunghi periodi sotto forma di spora.


Più è grande la ferita e più il batterio è facilitato a entrare?
 

Non proprio: di solito le ferite piccole e chiuse, quelle provocate da un chiodo o una spina, sono più pericolose perché sono poco ossigenate e ricreano così un ambiente favorevole al batterio.

 

…e basta una vaccinazione
 

La profilassi antitetanica è una vaccinazione obbligatoria nei bambini nei primi mesi (3 somministrazioni, associato al vaccino antidifterico e -o antipertosse), da ripetere all'inizio della scuola (1 somministrazione) e successivamente in eta' adolescenziale (1 somministrazione). in caso di ferite a rischio ripetere la dose ogni 10 anni .

Le informazioni medico-scientifiche pubblicate in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica.

VEDI ANCHE

PATOLOGIE
Tetano
STRUTTURE SANITARIE
Malattie infettive