VACCINAZIONI ANTIMENINGOCOCCO

La vaccinazione è considerata universalmente come il metodo più efficace nella prevenzione delle malattie infettive.

Per tale ragione, attraverso il Piano nazionale di prevenzione vaccinale ed i conseguenti piani regionali, regioni e ministero definiscono d’intesa le offerte attive e gratuite di alcuni vaccini per il raggiungimento di obiettivi di eliminazione o controllo di determinate malattie infettive in relazione al quadro epidemiologico nazionale ed internazionale.

Per quanto riguarda la  prevenzione delle malattie invasive batteriche da meningococco, attualmente sono gratuitamente offerte:  

•vaccinazione antimeningococco C nei primi 24 mesi (e garantita comunque fino ai 18 anni per chi non fosse stato vaccinato in precedenza); 

vaccinazioni antimeningococco B e ACWY per le categorie a rischio per status o patologia

vaccinazione antimeningococco B per i nuovi nati dal 2017. 

Inoltre, in base al Decreto N. 14030 Del 29/12/2016  - Direzione Generale Welfare Regione Lombardia , sarà possibile accedere alle vaccinazioni contro il Meningococco per protezione individuale, con la formula del copagamento  per i soggetti non inclusi nelle categorie sopra descritte.

 

Si potrà accedere al servizio previo appuntamento: i numeri di telefono sono disponibili sui siti aziendali di ASST, sul sito delle ATS e sul sito DG Welfare – WIKI Vaccini.

 

Per il territorio della città di Milano, le modalità di prenotazione sono le seguenti:

•numero verde gratuito 800.638.638 da rete fissa (il servizio è attivo con operatore da lunedì a sabato dalle ore 8 alle ore 20, esclusi i giorni festivi).

02.99.95.99 da rete mobile, a pagamento al costo previsto dal proprio piano tariffario

•per informazioni relative alla malattia meningococcica e informazioni sulle tipologie di vaccini, è attiva una casella di posta elettronica dedicata meningite@asst-fbf-sacco.it

 

Trattandosi di una scelta di protezioni individuale ed essendo la vaccinazione un intervento sanitario, è importante confrontarsi preventivamente con il proprio curante.

 

Il costo della prestazione sarà composto da:

costo del vaccino scelto (antimeningococco B; antimeningococco C; antimeningococco ACWY) + 

costo di somministrazione per singola dose (€. 9,95)  e sarà pari a:

 

Vaccino costo vaccino        costo somministrazione  costo finale
  B                                   73.34 9.95 83.29
ACWY 34.32 9.95 44.27
C 10.12 9.95 20.07




In caso di dubbio sulla tipologia di vaccino da effettuare, l’ambulatorio vaccinale potrà fornire le necessarie indicazioni.

 

 

 

 

 

Informazioni sulla meningite

Il meningococco è un batterio di cui si conoscono diversi tipi. La maggior parte delle malattie meningococciche nell’uomo è dovuta ai tipi A, B, C, W135 e Y; in Italia e in Europa i più diffusi sono attualmente il B e il C, mentre in Africa è prevalente il tipo A. Quasi sempre le infezioni non danno sintomi o provocano solo una leggera infiammazione delle alte vie respiratorie. In alcuni casi il meningococco si diffonde al sistema nervoso o in tutto il corpo causando così meningite o sepsi, malattie gravi che possono determinare lesioni permanenti o portare alla morte.La trasmissione della malattia avviene tramite le goccioline di saliva.

 

Chi sono le persone più a rischio?

I bambini e gli adolescenti sono le fasce di popolazione più a rischio di infezione. Gli adulti a maggior rischio di meningite sono coloro che hanno patologie che deprimono il sistema immunitario o che viaggiano verso Paesi in cui la meningite è endemica (alcuni Paesi dell’Africa); i viaggiatori devono rivolgersi al Centro di Profilassi Internazionale di Milano per la valutazione specifica del rischio.

 

Le condizioni di rischio di meningite per patologia sono:

  • soggetti a cui è stata asportata la milza
  • talassemia e anemia falciforme
  • candidati a trapianto
  • immunodeficienze congenite (esempio deficit del complemento) e acquisite (esempio HIV)
  • diabete di tipo 1 (giovanile)
  • insufficienza renale cronica
  • Gravi malattie del fegato
  • Perdita di liquido cerebrospinale
  • Portatori di impianto cocleare

 

In queste situazioni, la vaccinazione è offerta gratuitamente presso i centri vaccinali. A seconda della condizione, verranno offerte le vaccinazioni più appropriate.

 

C’è un’emergenza meningite?

Non c’è attualmente un’epidemia di meningite. In base ai dati dell’Istituto Superiore di Sanità, nel 2015 e nel 2016 si sono verificati in Italia quasi 200 casi per anno di malattia invasiva da meningococco, la maggior parte dei quali causati dai sierogrupppi B e C. L’andamento rispecchia il trend degli ultimi anni.

Nel territorio dell’ATS di Milano, che unisce i territori delle ex ASL Milano, Milano 1, Milano 2 e Lodi e che comprende 195 comuni, il numero di casi di malattia invasiva da meningococco è stabile: negli anni 2015 e 2016 sono stati registrati rispettivamente 12 e 11 casi.

L’analisi dei dati conferma che non esiste alcuna evidenza di emergenza di sanità pubblica a livello nazionale e regionale.

 

Quali sono i vaccini? Come vengono offerti?

Sono attualmente disponibili tre tipi di vaccino:

  1. vaccino contro il meningococco di tipo C: è gratuito e il calendario regionale prevede la somministrazione di una sola dose a 13 mesi. Il vaccino è, inoltre, gratuito fino a 18 anni presso i centri vaccinali per coloro che non l’hanno mai eseguito.
  2. vaccino tetravalente ACWY: indicato e gratuito  per i soggetti a rischio presso i centri vaccinali. Disponibile in copagamento per i soggetti non a rischio. È sufficiente una sola dose di vaccino.
  3. vaccino contro il meningococco di tipo B: verrà offerto gratuitamente a partire dai nati nel 2017, indicato  e gratuito per tutti i soggetti a rischio per patologia presso i centri vaccinali. Disponibile in copagamento per i soggetti non a rischio fino a 50 anni di età. Il numero di dosi varia da 2 a 3 a seconda dell’età del bambino. Per gli adulti sono necessarie 2 dosi.

 

Quanto dura l’effetto della protezione vaccinale?

Generalmente, la durata della protezione dipende dal tipo di vaccino e dall’età a cui viene somministrato. Riguardo ai vaccini anti-meningococcici, i dati attualmente disponibili in letteratura non evidenziano la  necessità di un richiamo. Tuttavia è in fase di valutazione la possibilità di offrire una dose di richiamo con il vaccino ACWY nell’adolescenza per rafforzare la risposta immunitaria ad una eventuale infezione. Non appena saranno definite le modalità di offerta, i centri vaccinali contatteranno le famiglie per offrire la vaccinazione.

Le vaccinazioni in regime di copagamento sono disponibili su prenotazione a richiesta del cittadino senza impegnativa del medico.

Le prenotazioni si effettuano tramite call center regionale con le modalità sopra descritte.

Le vaccinazioni saranno effettuate presso ambulatori dedicati presso varie sedi nei presidi ospedalieri cittadini a partire dal 30 gennaio 2017.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VEDI ANCHE