L’Ospedale Niguarda Ca’ Granda, “la città dell’arte” come venne definita dallo storico Costantini nel 1940, è un luogo protetto e tutelato dalle Belle Arti.
Ospita capolavori di grandi artisti del calibro di Arturo Martini, Mario Sironi e Francesco Messina.
È sede anche del Museo d’Arte Paolo Pini - MAPP, che con le sue Botteghe d’Arte ha trasformato un ospedale psichiatrico in un luogo di incontro dove il “fare arte” è un’occasione di scambio tra artisti professionisti e persone affette da disagio psichico.
Nel tempo si è formata una collezione di livello internazionale e accoglie le opere di 140 artisti, tra i quali Enrico Baj, Emilio Tadini, Gunter Brus, Martin Disler, ma che si arricchisce ogni anno. Tra le mura del Niguarda vengono ospitate, inoltre, mostre di artisti contemporanei, promossi eventi culturali, come concorsi artistici, visite guidate e accolte numerose opere e installazioni.