Esami di laboratorio

Esame/Analisi: anticorpi anti DNA nativo, anticorpi anti dsDNA (anti DNA a doppia elica)
Sigla e sinonimi: nDNA;dsDNA

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

Gli autoanticorpi anti nDNA, data la loro elevata specificità,  sono considerati Marker  diagnostico per il  LES, essendo  uno dei più importanti fra gli 11 criteri ACR ( American College Reumatology).

La loro presenza dipende dall’attività e dalle manifestazioni della malattia: la frequenza di positività è

>95% nel LES attivo con complicanza renale,

>50-70% nel LES attivo senza coinvolgimento renale,

>40% nel LES inattivo.

Gli autoanticorpi anti nDNA rappresentano quindi anche un Marker prognostico poiché la loro presenza suggerisce una maggiore severità e un corso multisistemico del LES. E’ riconosciuto che essi abbiano un ruolo importante nella patogenesi della malattia. Poiché la concentrazione di questi autoanticorpi correla con l’andamento della patologia,  la determinazione del titolo anticorpale diviene utile per il monitoraggio della terapia. Occasionalmente compaiono anche in pazienti con altre malattie autoimmuni ed infezioni, ma generalmente con titoli bassi 

Prelievo

Tipo di campione: sangue

Preparazione

Come prepararsi: Istruzioni pre-esame

Referto

Tempi di consegna: 7 giorni
Valori normali donna:

negativo

Valori normali uomo:

negativo

Unità di misura:

reciproco della diluizione

INFORMAZIONI PER OPERATORI

Denominazione (sistema/analisi): S-/anticorpi anti DNA nativo, anticorpi anti dsDNA (anti DNA a doppia elica)
Codice interno esame: M146
Tipo di provette in uso: provetta tappo giallo
Quantità minima di campione:

5mL gel polimerico con silice micronizzata

Metodo: immunofluorescenza
Modalità di trattamento del campione per consegna differita: conservare in frigorifero
Laboratorio: Analisi chimico cliniche e microbiologia
Settore: Sierologia